Carsulae – Chiesa di S. Damiano

Associazione Valorizzazione del Patrimonio Storico San Gemini (Onlus)

Tempietti Gemelli

La chiesa, databile per le sue caratteristiche architettoniche all’XI sec. d. C., riutilizza in buona parte le strutture di un edificio romano precedente, forse al II sec. d. C.: in particolare sul fianco destro sono ben visibili le murature originali in opus vittatum con delle fasce ed alcuni fornici in laterizio successivamente tamponati.

Anche il caratteristico portico antistante è composto di colonne ed architravi di spoglio. Intitolata in origine ai Santi Cosma e Damiano, che sono raffigurati nella lunetta altomedievale posta sopra il portale d’entrata alla chiesa, essa fu il centro nel medioevo di una cospicua comunità religiosa benedettina.

Nel culto dei due santi medici si è riconosciuta la continuità di quello dei Castores (o Dioscuri) di epoca romana localizzabile nei due vicini templi gemelli del foro, forse a loro volta eredi di un precedente culto salutare di matrice umbra collegato alla presenza in zona di acque curative.